India: tra Case Galleggianti e Danze

English: Gandhi Museum in Madurai

English: Gandhi Museum in Madurai (Photo credit: Wikipedia)

 

 

KUMBAKONAM /SRIRANGAM/MADURAI

Visitiamo Madurai, una delle più vecchie città del sud dell’India, da secoli luogo di pellegrinaggio e città sacra del bramanesimo, deve il suo nome al “madu”, il nettare divino colato dai capelli di Shiva ed è famosa da tempi immemori: i viaggiatori dell’antichità la descrivevano come una città ricca di tesori e mercati sfarzosi. Procediamo nel cuore della cittadella, attraverso la vita di tutti i giorni, tra i negozi, le persone, un piccolo animatissimo mercato.

isabella.diarioPranav, come mai sono così affollati i negozi di stoffe? 

 

pranav1

Perchè  qui le donne scelgono le stoffe per il loro sari!  I negozi hanno due stanze: nella camera si sceglie tra consultazioni e dispiegamenti; nell’anticamera, si chiacchiera e si traffica….. In India si tratta di un evento sociale molto importante!

 MADURAI/PERIYAR

Oggi faremo anche un’escursione in battello sul Lago Periyar, creato dagli inglesi alla fine del 1800 per rifornire Madurai di acqua. Un ambiente selvaggio, in cui è possibile vedere scimmie, elefanti e altri animali allo stato brado.

ciroUna delle caratteristiche di questa zona sono le cosiddette“backwater”, un’immensa rete di laghi, lagune e canali d’acqua dolce che si sviluppa tra canneti, risaie e palmeti e che caratterizza gran parte della costa sud del Kerala.

kettuwalan

Qui la vita si svolge quasi interamente sull’acqua: le vie d’acqua sono spesso l’unico modo per raggiungere i villaggi costruiti su sottili lembi di terra; canoe, battelli e barche, come le tipiche “kettuvallam”,spesso vere e proprie case galleggianti, animano questo mondo a sé, immerso in una vegetazione lussureggiante e fitta, abitato da numerose specie di uccelli, come gli eleganti cormorani.

Il fiume rideva. Sì, era così, tutto ciò che non era stato sofferto e consumato fino alla fine si ripeteva, e sempre si soffrivano di nuovo gli stessi dolori.             dal libro “Siddharta” di Hermann Hesse

COCHIN

A Cochin, Pranav ci porterà a vedere uno spettacolo di danza-teatro kathakali, i danzatori, attraverso i “mudra”, ’alfabeto gestuale e simbolico delle mani, narrano storie tratte dagli antichi poemi epici.

peppino.foto O marò e chi so chisti???

pranav1 Sono uomini che interpretano anche le parti femminili.Il kathakali è una forma espressiva di teatro-danza indiano, originaria dello stato indiano del sud del Kerala, nata circa 500 anni fa. È una delle più antiche forme di danza dell’India. Si tratta di una combinazione spettacolare di teatro, danza, musica e rituali. I personaggi con i volti dipinti di colori accesi e con costumi elaborati rimandano alle storie epiche indù, tratte dal Mahabharatha e dal Ramayana.

peppino.foto “ah….okkei allora…bisogna avere rispetto delle tradizioni….anche di quelle strane..”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...